JOSEPH RATZINGER E
IL CONCILIO VATICANO II

Conferenza del nuovo gruppo studentesco a Ratisbona 2013


Joseph Ratzinger e il Concilio Vaticano II


 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rapporto

 

 

Ratisbona / Spira. Per la prima volta dalle dimissioni di papa Benedetto XVI. si è riunito il nuovo gruppo studentesco Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI. alla sua riunione nazionale annuale. Si è svolto dal 12 al 14 aprile 2013 su invito del Vescovo  Prof. Dott. Rudolf Voderholzer nel Seminario St. Jakobus e nell'Istituto Papa Benedetto XVI. nella città della diocesi bavarese di Regensburg.  L'organizzazione era nelle mani di Franz Xaver Heibl, impiegato dell'istituto e membro del nuovo gruppo di studenti. Dal gruppo studentesco Joseph Ratzinger / Papa Benedetto XVI. hanno partecipato alla riunione di Ratisbona i cui relatori  Prof. em. P. Stephan Otto Horn e AOR Dr. Josef Zöhrer ha partecipato.

Nell'ultimo incontro del Santo Padre con i suoi gruppi studenteschi nel settembre 2012 a Castel Gandolfo, aveva fornito al nuovo gruppo studentesco un mentore: il cardinale Kurt Koch. Il Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani si è preso il tempo di prendere parte all'intera conferenza di Ratisbona, cosa di cui tutti i partecipanti sono rimasti molto soddisfatti. Potrebbe anche da  riferire esperienze personali che ha riferito al trasloco  Eventi che circondano le dimissioni del Conclave e l'elezione di Papa Francesco come successore di Pietro. Oltre al cardinale Koch, anche i singoli membri del New School Group internazionale hanno potuto vivere in loco gli ultimi eventi. Ne hanno parlato venerdì sera, che dopo la celebrazione congiunta dei Vespri e la cena ha fatto da benvenuto, alla presentazione dello stato delle ricerche e allo scambio generale.

Come il consiglio di amministrazione della Fondazione Joseph Ratzinger Papa Benedetto XVI, il nuovo gruppo di studenti ha ora affrontato la sfida posta dalle dimissioni di Benedetto XVI dall'incarico. per il futuro dei gruppi studenteschi di papa Benedetto. L'incontro previsto per settembre 2013 a Castel Gandolfo si svolgerà come previsto, anche se è ancora aperta la partecipazione del Santo Padre Emerito. Il nuovo gruppo di studenti utilizzerà il tempo fino ad allora per riflettere sul futuro e ne discuterà con il gruppo di studenti alla fine dell'estate. In ogni caso, il Nuovo Gruppo Studenti continuerà ad esistere. Il suo  Ritiene ancora urgente il compito principale. Anche il cardinale Koch e il padre prof. Horn hanno sottolineato alla fine della discussione: In questo momento è necessario perseguire la scienza nello spirito di Joseph Ratzinger, promuovere la sua teologia, allevarla e renderla fruttuosa per il futuro.

La Liturgia delle Ore e la celebrazione della Santa Messa, presieduta dal card. Koch, hanno segnato l'inizio della giornata di studio del sabato. Al suo centro la conferenza del cardinale curia romana dal titolo "Joseph Ratzinger e il Concilio Vaticano II". Vescovo Dott. Voderholzer ha insistito per partecipare alla "formazione episcopale". In cinque punti fondamentali, Koch ha spiegato fino a che punto il concilio è stato un filo conduttore nella biografia e nella teologia di Benedetto XVI. è da vedere. È stato guidato dalle diverse fasi della vita e dell'opera di Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI. e ha spiegato il contributo di Ratzinger alla preparazione del Concilio, la sua partecipazione al Concilio, il suo lavoro di ricevimento e infine il suo magistero pontificio sulla base del Concilio Vaticano II.
L'ampia discussione sulla brillante conferenza è stata seguita da un altro momento culminante prima di pranzo: in un breve discorso, il cardinale Koch ha descritto "l'atteggiamento di un teologo secondo Joseph Ratzinger". Offriamo una panoramica di entrambe le lezioni come download.

Il pranzo in seminario ha offerto l'opportunità di continuare a condividere ciò che avevano sentito. Il Vescovo diocesano ha poi accompagnato il gruppo all'ex casa di Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI a mezzogiorno. a Pentling, dove ha vissuto e lavorato durante la sua cattedra all'Università di Ratisbona, e che Benedikt ha trasferito alla fondazione dell'Istituto Papa Benedetto XVI solo nel 2010. aveva rinunciato. È stato particolarmente suggestivo per i giovani scienziati, che trascorrono loro stessi molto tempo alle loro scrivanie, visitare la fedele ricostruzione dello studio di Joseph Ratzinger, che senza dubbio respira ancora la presenza del pensatore e studioso Joseph Ratzinger.

Il pomeriggio è stato riservato allo scambio di idee sui nuovi progetti di tesi degli studenti. Come è ormai consuetudine, due di loro mettono in discussione lo stato attuale del loro lavoro. Questa parte degli incontri nazionali regolari, in particolare, è ritenuta molto utile da tutti i membri del New Student Circle. Dopo aver celebrato insieme le ore di preghiera, la giornata si è conclusa con una passeggiata per la città e la cena all'Hotel Kolping, dove Mons. Voderholzer e il suo successore nella direzione dell'Istituto Benedetto XVI, il dott. Christian Schaller, ha partecipato.  Dott. Schaller aveva già dato ufficialmente il benvenuto al gruppo venerdì.

Infine, la domenica, oltre all'ora comune di preghiera e colazione, il solenne servizio con il cardinale Kurt Koch e  vescovo  Voderholzer nella cattedrale
St. Peter zu Regensburg ha concluso con successo una conferenza. Voderholzer ha lasciato la sua "Cattedra" al cardinale Koch durante la Santa Messa, e così l'ospite di Roma non solo ha celebrato la Santa Messa come celebrante principale (mentre hanno concelebrato alcuni sacerdoti del Nuovo Circolo Studentesco), ma ha anche tenuto la predica. In questo ha sottolineato la necessità di una fede profonda in Cristo, che deve liberarsi dalla follia del puro fare nella chiesa e nel mondo e, come fede pasquale nella risurrezione e nell'aldilà, non ridursi a un "forse" (Jean Paul Sartre) può lasciare.

La Neue Schülerkreis ringrazia calorosamente il Vescovo di Ratisbona per la sua  Ospitalità. Con Benedetto XVI. uniti nella preghiera, i membri sono già in attesa del loro prossimo incontro con il gruppo di studenti di
Dal 30 agosto al 2 settembre in Italia.

Manuel Wluka e Stefan Ahrens

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: Manuel Wluka, Stefanos Athanasiou

NSK_2013_Regensburg_26.jpg