JOSEPH RATZINGER E L'ORTODOSSIA

Conferenza del nuovo gruppo studentesco a Costantinopoli 2014


Joseph Ratzinger e l'Ortodossia

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rapporto

 

 

 

Viaggio del Nuovo Circolo Studentesco a Costantinopoli per commemorare il bacio fraterno di 50 anni fa [1]

 

Dal 1 al 4 maggio 2014, il nuovo gruppo studentesco Joseph Ratzinger / Papa Benedetto XVI. nell'ambito dell'incontro nazionale annuale a Costantinopoli/Istanbul per celebrare il 50° anniversario del bacio fraterno tra Papa Paolo VI. e per commemorare il Patriarca Ecumenico Atenagora I e per onorare questo atto, dall'altro per trattare scientificamente il tema "Joseph Ratzinger e l'Ortodossia". Il gruppo di studenti era accompagnato dal Papa emerito Benedetto XVI. nominato mentore del circolo, il cardinale di curia Kurt Koch, oltre a tre membri del “vecchio” circolo di studenti. L'incontro è iniziato il 1° maggio con una visita al monastero del coro (ora museo) e una celebrazione eucaristica nella chiesa cattolica romana Antonius a Pera, presieduta dal cardinale Kurt Koch. Abbiamo ricordato in particolare il bacio fraterno e pregato per entrambi i capi della chiesa, Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo.

 

Il secondo giorno, dopo il servizio mattutino, abbiamo visitato la Chiesa della Divina Sapienza, Hagia Sofia, che ora è un museo. Abbiamo ammirato gli affreschi e la costruzione della "grande chiesa di Costantinopoli" e ci siamo fermati in preghiera silenziosa durante il tour dell'edificio della chiesa in luoghi speciali - ogni preghiera pubblica è vietata. Dopo il tour della chiesa, siamo andati dal porto di Istanbul all'isola di Chalki. Lì l'abate del Monastero di Calcide, metropolita Elpidophoros Lambriniadis di Brusa, ci ha accolto calorosamente durante il pranzo. Dopo il rafforzamento fisico, abbiamo tenuto il primo incontro scientifico nella sala dell'abate del monastero e seminario di Chalki. Per inciso, questo seminario è stato chiuso dalle autorità turche dal 1971. Prof. Dott. Ioannis Kourempeles, ospite ortodosso dell'Università Aristotele di Salonicco, ha presentato considerazioni sul tema “Un Papa del Logos nel Logos di un Papa - La cristologia di Joseph Ratzinger / Papa Benedetto XVI. da una prospettiva ortodossa”. Nella sua presentazione, Kourempeles ha presentato i fondamenti della cristologia di Ratzinger e li ha presentati anche compatibili con gli accenti cristologi propri della teologia ortodossa, per lui una cristologia simile a logos, come lo è Joseph Ratzinger / Papa Benedetto XVI. presentato nei suoi scritti, uno dei tanti elementi su cui concordano la teologia ortodossa e quella cattolica romana. Il cardinale Kurt Koch ha dato una risposta alla conferenza di Kourempeles, ma, come ha detto, ha trovato difficile trovare punti nel giornale con cui non era d'accordo. Ha sottolineato che c'è il pericolo che la teologia venga "scristianizzata" e ha sottolineato la corrispondenza tra la Chiesa ortodossa e la Chiesa cattolica romana in cristologia. Dopo l'interessante e lunga discussione teologica, dal 1971 ci è stato offerto un tour del cosiddetto "seminario chiuso di Chalki" e abbiamo potuto osservare le sale del seminario e i giardini del monastero. La giornata si è conclusa con un Vespro ortodosso nella Chiesa della Trinità del monastero, presieduto dal metropolita Elpidophoros. Al termine dei Vespri, al cardinale e ai membri dei due gruppi studenteschi è stata consegnata una piccola replica della Madonna di Chalki come protezione e ricordo di questa giornata. La sera siamo tornati a Costantinopoli come previsto.

 

 

Il giorno successivo, dopo l'Eucaristia mattutina nella Chiesa di Antonio, abbiamo visitato il Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli. Dopo aver partecipato alla Divina Liturgia nella Georgskirche del Patriarcato Ecumenico, siamo stati accompagnati attraverso la chiesa ei locali del Patriarcato. Tra l'altro, abbiamo potuto venerare la colonna del martirio di Gesù Cristo e alcune reliquie, in particolare quelle di san Giovanni Crisostomo e di san Gregorio Teologo, restituite da Roma il 27 novembre 2004 e ora hanno un posto speciale nella Georgskirche.

 

Dopo il tour ci siamo fermati  seconda parte accademica dell'incontro nella “Grande Scuola di Genos”, la scuola del Patriarcato Ecumenico di Istanbul. In primo luogo, Sua Eccellenza il Vescovo ortodosso di Avidos e professore alla Facoltà teologica dell'Università di Atene, Kyrillos Katerelos, ha tenuto una conferenza sul tema "L'abolizione degli anatemi tra Oriente e Occidente secondo Joseph Ratzinger". Ha delineato il contesto storico del 50° anniversario del bacio fraterno tra papa Paolo VI. e il patriarca Atenagora e illuminò gli eventi successivi dalla prospettiva odierna. Poi metti Stefanos Athanasiou  presenta parti importanti della sua tesi di dottorato al gruppo di studenti per la discussione.

 

Dopo questa unità di lavoro, il nuovo gruppo di studenti è stato accolto dal patriarca ecumenico Bartolomeo nella sala del trono del Patriarcato. Nel suo discorso ha trovato parole di lode per papa Benedetto XVI. Ha visto l'eredità che aveva creato continuare in Papa Francesco. Il Patriarca ha espresso la sua particolare gioia per l'ammissione dei membri ortodossi al Nuovo Circolo Studentesco e ha augurato a tutti il successo delle loro attività. I saluti del Cardinale Kurt Koch e dei due relatori del New School Group, PD Dr. Michaela C. Hastetter e il Prof. Dr. Christoph Ohly, sono stati estremamente cordiali e hanno suscitato grande gioia nel Patriarca Ecumenico. Successivamente ha salutato personalmente ogni membro e ha consegnato a tutti un libretto in cui è documentato il ritorno delle reliquie da Roma. Dopo un giro di presentazioni da parte dei membri dei due gruppi studenteschi, gli ospiti hanno cenato insieme al Patriarca ecumenico e al metropolita del Sinodo di Costantinopoli nella sala da pranzo patriarcale. Per evitare agli ospiti il ritorno alla suddetta scuola con la ripida salita, il Patriarca ha messo di propria iniziativa la sua sala del trono a disposizione dei membri del Nuovo Circolo Studentesco per la fase finale. È stato un gesto generoso. Dopo tutto ciò, ai membri del New Student Circle e ai suoi ospiti è stato mostrato il Corno d'Oro, il Mar di Marmara e il Bosforo, nonché le baie di Costantinopoli e Calcedonio come parte di una gita in barca.

 

L'ultimo giorno è stata celebrata una liturgia patriarcale e sinodale nel monastero di Balouklo, dove si trovano le tombe dei patriarchi, alla presenza dei membri dei due gruppi studenteschi. Prima di ciò, hanno avuto l'opportunità di visitare le tombe dei patriarchi, dove si sono fermati e hanno detto una preghiera, in particolare sulla tomba del patriarca Athenagors I. Dopo la liturgia, il Patriarca ha salutato ogni membro consegnando l'Andideron e ha firmato un biglietto di auguri al Papa emerito Benedetto XVI. insieme ai membri dei gruppi studenteschi e agli invitati.

 

La visita del Nuovo Circolo Studentesco a Costantinopoli e la calorosa ospitalità da parte del Patriarcato sono diventate così il preludio all'incontro tra Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo a Gerusalemme, dove si è svolto il bacio fraterno tra Papa Paolo VI. e il patriarca Atenagora dovrebbe essere commemorato.

Stefanos Athanasiou

 

[1] Il viaggio si è svolto su invito del Patriarca Ecumenico Bartolomeo ed è stato progettato come un cosiddetto Incontro Nazionale del Nuovo Circolo Studentesco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: © Stefanos Athanasiou

NSK_2012_Konstantinopel_01.jpg