TEOLOGIA DELLA CROCE

Incontro dei gruppi studenteschi a Castelgandolfo 2014

Teologia della croce
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rapporto
 

 

Sul Lago Albano alle porte di Roma, dalle 21.-24. agosto  a Castelgandolfo l'incontro di quest'anno dei due gruppi studenteschi di Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI. invece di. Durante i tre giorni di incontro, i suoi membri hanno affrontato il tema della teologia della croce. L'ospite d'onore di quest'anno è stato il dogmatico Karl-Heinz Menke di Bonn.

La conferenza è iniziata giovedì sera con i vespri e la cena, seguiti da un'accogliente riunione. Dopo la celebrazione della Santa Messa, venerdì i due circoli si sono incontrati separatamente. I nuovi studenti hanno potuto accogliere ufficialmente al mattino due nuovi membri per chiarire questioni organizzative e per raccontarsi la loro situazione e le loro esperienze.

Il portavoce del gruppo studentesco, P. Prof. Stephan O. Horn, ha poi tenuto una conferenza sulle attività della fondazione e del gruppo studentesco, che si è riunito per la decima volta a Castelgandolfo nel 2014 e ha festeggiato così un piccolo anniversario. Era per il nuovo gruppo di studenti  qui già il settimo incontro. Sulla base di una recensione di padre Stephan sulla genesi del New School Group, i suoi membri hanno discusso in dettaglio nel pomeriggio sulla propria immagine di sé e sulla direzione futura.

Dopo i Vespri comuni e la cena, molti hanno apprezzato le calde ore serali e la bella atmosfera con un gelato o un vino fresco sulla piazza di Castelgandolfo.

Il sabato è stato interamente dedicato al tema di quest'anno "Teologia della Croce", che lo Schülerkreis e il Neuer Schülerkreis hanno trattato insieme. Il cardinale di curia Kurt Koch, mentore del Nuovo Circolo Studentesco, che ha impiegato complessivamente tre giorni, aveva già celebrato quella mattina la Santa Messa e nella sua omelia ha sottolineato l'importanza della croce per i cristiani. Dopo una preghiera introduttiva del cardinale, il professor Menke ha tenuto la sua prima conferenza dal titolo "Il vero roveto o: La croce come auto-rivelazione del Dio trinitario" e ha sviluppato ciò che l'autorivelazione di Dio ha significato come evento storico sulla attraverso. È seguita una vivace discussione.
Dopo pranzo, il gruppo ha potuto visitare e ammirare i Giardini Vaticani a Castelgandolfo nell'ambito di una visita guidata. Nel pomeriggio è seguita una seconda conferenza del professor Menke. Il tema era "La croce come centro della storia o: ciò che Cristo ha fatto per tutti gli uomini di tutti i tempi".

In serata, padre Antoine Saroyan, studente armeno di papa Benedetto dalla Siria, ha raccontato la situazione dei cristiani perseguitati nella sua patria e in altri Paesi del Medio Oriente. Si aspettano che noi cristiani in Occidente preghiamo per loro, pensiamo a loro e li aiutiamo. Il cardinale Koch ha lamentato il silenzio dei cristiani in Europa di fronte al loro bisogno.

La domenica, dopo colazione, tutti insieme partirono per Roma. Papa ha celebrato lì. Benedetto XVI con i membri dei gruppi studenteschi in Campo Santo alle ore 9.00 la santa messa e la predica.

In una cerimonia che è seguita nell'Aula di Campo Santo, i relatori del Nuovo Circolo Studentesco, il dott. habil. Michaela Hastetter e il Prof. Dr. Christoph Ohly, padre Stephan Horn, con sua grande gioia e sorpresa, ha pubblicato una pubblicazione commemorativa del suo ottantesimo compleanno dal titolo "Servizio e unità. Riflessioni sul ministero petrino in una prospettiva ecumenica". È stato un grande segno di apprezzamento e anche di gratitudine personale nei suoi confronti quel Papa Benedetto XVI. ha anche dato l'elogio al suo ex studente e si è congratulato con lui molto calorosamente.

In seguito, il Papa emerito si è preso il tempo di salutare personalmente ogni singolo membro di entrambi i gruppi di studenti. Ha seguito con molta attenzione i loro brevi resoconti e ha ricevuto i saluti dei rispettivi paesi di origine. Per i membri di entrambi i gruppi di studenti, questo incontro è stato un grande piacere e onore.

Manuel Wluka

Foto: Messe con il cardinale Koch,  Vescovo ausiliare  Jaschke, gruppo studentesco a Castelgandolfo, collegio sindacale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: NSK e SK a Castelgandolfo, conferenza Menke,  cammina nel  Giardini di Castelgandolfo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: Messa con Papa em. Benedetto XVI, Presentazione della pubblicazione commemorativa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: Michael Hofmann, Manuel Wluka

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CG_2014_SK und NSK_03.jpg
Dienst und Einheit.jpg

Michaela Christine Hastetter, Christoph Ohly (a cura di)

Servizio e unità Riflessioni sul ministero petrino in prospettiva ecumenica.

 

Festschrift per Stephan Otto Horn nel suo 80esimo compleanno
Anno di pubblicazione: 2014
Casa editrice EOS
ISBN 978-3-8306-7673-7

• Sul contenuto: La teologia petrina fa parte del filone di ricerca di Padre Stephan Otto Horn SDS, al quale è dedicata questa pubblicazione commemorativa in occasione del suo 80° compleanno. A 50 anni dal bacio fraterno di papa Paolo VI. e Patriarca Atenagora I a Gerusalemme, questo volume riprende temi legati al papato da una prospettiva ecumenica da diverse prospettive. Vengono messi a fuoco gli approcci ecumenico-teologico, sistematico, storico, liturgico, ecclesiastico e spirituale, così come i riferimenti non scoperti al ministero petrino attraverso il linguaggio della musica.

• Nell'anniversario: padre Stephan Otto Horn SDS, nato il 7 settembre 1934 a Isny / Allgäu; dopo il diploma di maturità scientifica, entra a far parte della Società del Divin Salvatore (Salvatoriani);
1960 ordinazione a Passau; 1966 Dottorato a Monaco di Baviera come Dr. teolo.; dopo aver lavorato nell'ordine religioso dal 1972 al 1977 assistente del professor Joseph Ratzinger a Ratisbona; 1978 abilitazione; dal 1981 al 1986 professore di dogmatica ad Augusta; dal 1986 al 1999 professore di teologia fondamentale a Passau; dal 2001 vicepostulatore nella causa don Franziskus Jordan (fondatore dei Salvatoriani); Relatore del gruppo studentesco di Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI. e 1° presidente della "Fondazione Joseph Ratzinger Papa Benedetto XVI".