COME PARLARE DI DIO?

Incontro dei gruppi studenteschi a Castelgandolfo 2015


Come parlare di Dio?
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rapporto
 

 

L'incontro di quest'anno dei gruppi studenteschi ha avuto, oltre al culmine della celebrazione della Santa Messa con Papa em. Benedetto XVI nella chiesa di Campo Santo Teutonico due focus di contenuto e uno organizzativo.

 

Il primo focus tematico è stato l'incontro dei membri del gruppo studentesco e del nuovo gruppo studentesco con il professore ceco di sociologia e pastore della comunità accademica a Praga, Tomáš Halík. Il focus è stato su due conferenze del Premio Romano Guardini del 2010. In queste ha affrontato la grande questione della fede oggi. In questo confluirono anche molte delle sue esperienze nel confronto intellettuale con dubbiosi, non credenti e atei. UN  Il fulcro della discussione e delle discussioni dettagliate è stato il suo approccio secondo cui la crisi della chiesa rappresenta una grande opportunità. Per attirare l'attenzione su una nuova attenzione all'interno del cristianesimo, Halík cerca di allargare la visuale, lontano dalla divisione “classica” tra tradizionalisti e modernisti. Lo psicoterapeuta ceco, ordinato sacerdote clandestino nel 1978, ha utilizzato la sua esperienza terapeutica e sacerdotale e l'ha combinata con una rassegna della letteratura europea per tenere due conferenze molto interessanti e importanti per la futura formazione del cristianesimo in Europa.

 

Halík, che è anche presidente dell'Accademia cristiana ceca, afferma che il numero dei cercatori, delle persone in cammino, sta aumentando nel suo ambiente pastorale. La figura biblica di Abramo è per lui un grande esempio: un cercatore che è partito. Anche oggi ci sono queste persone che stanno arrivando ed è importante accompagnarle. Nella loro ricerca c'è già una vocazione, ma troppo spesso non è loro ancora chiaro da dove e da chi provenga la voce. Poiché per Halík il teologo è un professionista dubbioso, può essere una guida per le persone che cercano. Qui i sacerdoti dei nostri giorni devono prendersi del tempo per accompagnare la gente.

 

Per i teologi, che si erano incontrati per due giorni a Castel Gandolfo, un secondo accento sostanziale è stato dato da una breve conferenza di un sacerdote, tenuta molti decenni fa dal prof. Joseph Ratzinger ha conseguito il dottorato. Durante una tavola rotonda serale, ha presentato una breve relazione sull'attuale situazione dei cristiani perseguitati in Siria. Père Antoine viene dal Libano e la sua famiglia vive a Damasco. In questo modo i teologi riuniti a Castel Gandolfo hanno potuto farsi un'idea dell'attuale situazione politica dei cristiani in Medio Oriente.

 

Come fulcro organizzativo, la Neue Schülerkreis si è data una base con la formulazione di un'immagine di sé. Questo è disponibile anche sulla homepage. In esso sono poste le basi di come i giovani teologi vogliono lavorare insieme e di come la teologia di Joseph Ratzinger può essere resa fruttuosa.

 

Il culmine dell'incontro è stata la Santa Messa con Papa em. Benedetto XVI in Campo Santo Teutonico in Vaticano. In una predica libera, sempre pronta per la stampa, il professore di teologia ha interpretato il vangelo della domenica davanti ai suoi studenti. È seguito un incontro personale molto suggestivo con l'ex professore di dogmatica di Ratisbona e l'odierno Papa emerito!

P. Justinus C. Pech

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: Michael Hofmann, Stefan Loppacher

CG_2015_02.JPG